Ostaggio o disperso?

Eccezionale ritrovamento! Calpestato dai più e per giunta in territorio straniero. Ci dicono che ormai si è ambientato, e gli attuali detentori sperano che il ritrovamento non diventi lo strumento per un incidente diplomatico tra il Comune di Avola e quello di Ispica. 🙂

 

avola-tombino-ispica.jpg

A darcene notizia è Sebastiano Nanè, collaboratre del sito Avolesi.it  (con il nick “Frischittaru”). Sebatiano per dimostrarci che neanche un graffio è stato procurato all’ispicese, ci ha mandato le classiche “polaroid”

tombino-foganatura-ispica.jpg

 

Se qualcuno è in possesso di dettagli o particolari sulla misteriosa vicenda dell’ “Ostaggio, disperso o … ” è pregato di contribuire per sciogliere il mistero. Nel caso Vi troviate ad Avola e voleste incontrarlo, potrete trovarlo sul lungomare, a 150 metri circa dopo l’incrocio con via La Briola direzione Mare Vecchio.

 

1 Comment

  1. non è stato tolto un quadrello è li immobile, come nuovo a far da coperchio per i delicati nasi avolesi penso che sia stata opera di cortesia, in prestito provvisorio o barattato con un fratello gemello per l’acqua bianca invitiamo gli abitanti di ispica a rintracciarlo per le vie cittadine.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.