Glielo confermo

Sì, a dicembre saranno due i libri in uscita

Va bene, Signora, glielo dico io stesso: risponde a verità quello che le ha riferito suo marito.

Queste voci di corridoio, che lei dice si stiano sentendo in giro, sono vere.

Glielo confermo di persona personalmente: a dicembre per Edizioni – Spaccaforno.it, usciranno due miei libri.

Vero è.

Un libro con un animo più marcatamente spaccafornaro ed uno di respiro più ampio, nel quale ovviamente non si rinuncia a Spaccaforno, tra i suoi contenuti.

Il libro con un’anima più Spaccafornara si chiama “Bouquet” e l’altro “FitusoVirus 2020”.

FitusoVirus2020, diventa libro ma fu scritto in diretta digitale prevalentemente dentro a FB, tra il febbraio e l’aprile dell’’anno 2020.

Fu esattamente nel periodo in cui noi tutti quanti si stava in casa perché ci fu il “Primo Lockdown”, e siccome si potevano fare poche cose stando chiusi dentro, allora si passava molto tempo connessi e buttati dentro a questo Faisbukomio.

Fu un periodo di intensa scrittura per me. Ne risultò che ciò che andavo scrivendo servì ad allietare le giornate dei miei contatti, e amici nel feisbukomio, altrettanto chiusi in casa.

Fu, quindi, una circostanza che ad una persona con la passione per la scrittura, non poté che spingerla a usare i propri strumenti, per allietare; dare vicinanza e riflettere insieme.

Fu una situazione di precarietà, caratterizzata dalle innumerevoli incognite sul Virus e sul Futuro ed eravamo scossi dalle immagini dei morti adagiati sui cassoni, nei camion che la televisione trasmetteva.

 Filmati tristemente virali in tutto il mondo digitale.

In quegli scenari si è anche portati a porsi qualche interrogativo meno usuale o quotidiano, e forse un po’ ci si è spinti nell’esistenzialismo.

Mi sa che ho dedicato più parole a “FitusoVirus 2020”, e quindi prima che si incazzi Bouquet: meglio porre rimedio! Quindi per “par condition” aggiungo che in “Bouquet” ci sono i racconti ultimi, quelli dedicati ad alcune persone nostre contemporanee. Alcune persone particolari e altre che hanno dato lustro al nostro paesello: attraverso la propria arte, o talento, come nel caso del compianto Maestro Iozzia e il Capo banda Giuseppe Amore, e gli altri, circondati da uno sforzo narrativo che ha provato a incastonarli con le parole della scrittura.

Ci sono in Bouquet anche alcuni racconti considerati “più classici”, dato che hanno avuto il privilegio di essere già apparsi su riviste.

I libri sono sostanzialmente pronti per andare in stampa e si tratta di ultima ripassata di lima e poi saranno scarcerati.

Sono consapevole che non avrei saputo fare un lavoro migliore di quello che ho fatto, mettendoci dentro la passione di  una vita trascorsa nel tentativo di comprendere e tentare di maneggiare i rudimenti dell’arte dello scrivere.

Io, ho fatto il mio.

Grazie e arrivederci Signora e porga i miei saluti a suo marito, che mi sta simpatico e a quanto pare è anche più informato di lei.

Arrivederci

Clik

12 novembre 2021

© Saro Fronte

Vai ai Libri