Le soap

http://www.pbs.org/wgbh/pages/frontline/shows/mexico/art/famd2.jpg

Provate a guardare una qualsiasi puntata di una qualsiasi soap opera. Troverete delle costanti:
1) I nomi propri rasentano il comico: accozzaglia di iniziali (R.J., C.J., M.A.C., J.T., R.C., etc ), nomi-simbolo (Hope, Prudence, True, Harmony, Power…), nomi che sono il risultato dell’unione di altri nomi, tipo quello dei genitori (Bridget -> da Brooke + Ridge).
2) TUTTI trombano con TUTTI, in un’orgia estatica da cui non sono escluse nemmeno le più semplici parentele genitore-figlio. Avete presente il mito di Edipo? Ecco, così. A questa costante si aggiungono dei corollari:
2a) TUTTI sono parenti di TUTTI, e questo avviene nel tempo, con la scoperta graduale di attestati di nascita, relazioni pregresse, test del dna, testimonianze di contadini, agnizioni improvvise da parte di vecchie balie, di vecchi parrucchieri, di vecchi fruttivendoli, tutti appartenenti ad un passato oscuro e misterioso. Ma non solo.
2b) Le parentele sono sempre in continua evoluzione ed intercambiabilità: se X è padre di Y, prima o poi verrà fuori che in realtà è Y ad essere padre di X, nonno di sua madre, zio di sua nonna, cugino di suo figlio. Mi immagino sempre la faccia dell’impiegato all’ufficio anagrafe della cittadina rispettiva quando ogni volta l’allegra famigliola va a fare l’aggiornamento: “ehm, mi scusi, ci sarebbe da modificare lo stato di famiglia…”
3) Esiste SEMPRE una casa in montagna, dove avvengono i peggio adulterii e misfatti.
4) Esiste SEMPRE una casa al mare o alle Hawaii, dove risiede a turno un’amante o un gigolo a piacimento.

5) TUTTI sono SEMPRE TRUCCATISSIMI, non importa la circostanza. Dopo la doccia, dopo la notte, dopo il sesso, in pieno naufragio, in pieno deserto, in piena bufera di neve, il fondotinta per gli uomini e il lucidalabbra per le donne è sempre lì, a fare bella (?) mostra di sé.
6) Il telefono cellulare è una cosa pressoché sconosciuta. Quando qualcuno si perde, non torna a casa o è in viaggio, NON E’ RINTRACCIABILE IN ALCUN MODO. Ed ecco che entrano in azione polizia, FBI, CIA, si mettono in moto ricerche bizzarre e perigliose, con consequenziale angoscia, sofferenza e disperazione da parte dei protagonisti che attendono nella casa romita.
7) TUTTI hanno un gemello sconosciuto (buono o cattivo, a seconda dell’indole del personaggio principale rispettivo), che si manifesterà all’improvviso per portare il caos nel ménage familiare o affaristico, si sostituirà temporaneamente all’originale, farà il suo casino e poi scomparirà nel nulla, senza che la cosa desti il minimo sgomento.
8) Tutti sono incredibilmente longevi e hanno una fortuna spropositata. Sopravvivono a: sciagure aeree, esplosioni, maremoti, terremoti, naufragi, malattie, tsunami, attentati, e il fatto di essere sopravvissuti verrà alla luce solo molto tempo dopo, quando i familiari si saranno abituati al lutto e si saranno rifatti una vita. Così riesce meglio la Carrambata…
9) Nel RARISSIMO caso in cui qualcuno muore, non è MAI morto per davvero. Non importa la sicurezza del decesso. Non importa la causa inoppugnabile, la certezza di un proiettile al cuore, la garanzia di un annegamento, la constatazione fattiva di una decapitazione, la potenzialità ecatombica di un cataclisma. Fidatevi, il morto prima o poi ritorna. Vivo.
10) Ai funerali (inutili, vedi punto 9) di qualcuno partecipano SOLO i personaggi protagonisti di quel momento: eventuali parenti emigrati, ritirati a vita propria, mariti lontani della defunta, figli missionari, gente che è uscita dal cast della soap eppure viva e ancora parente o intima del trapassato, NESSUNO ritorna per celebrare le esequie.
11) Quando qualcuno viene dichiarato sterile, NON E’ VERO!!!!! La sua polposa fecondità emergerà esattamente quando tradirà il o la partner, e genererà la prova del peccato (che poi servirà a creare falsi padri e false madri, a complicare l’albero genealogico giusto per produrre almeno un altro anno di puntate).
12) Non si parla MAI di: povertà, fame nel mondo, guerra, politica, lavoro nero, diritti dell’uomo. Al pubblico delle soap non jene po’ fregà de meno, quindi chissenefrega degli argomenti importanti.
13) Non si guarda MAI la tv.
14) Non ci si lava mai i denti.
15) Non ci si mette mai il deodorante, ma forse perché:
15a) Non si suda.
16) Non si usano mai i preservativi (o altri metodi anticoncezionali). Questo è spiegabile con le strategie della complicazione genealogica spiegate nei punti 2 e 11.
17) Nelle scene più osé, si fa del sesso solo secondo la posizione del missionario, ed è sempre “bellissimo”, “passionalissimo”, “coinvolgentissimo” e dura sempre dalle tre alle sette ore. Questa particolare costante ha fatto la disperazione di non pochi mariti di casalinghe appassionate di soap.
18) Non esistono i brufoli o i peli.
19) I buoni sono BUONISSIMI e i cattivi sono CATTIVISSIMI. Se mai avviene la redenzione o la dannazione di qualcuno dei personaggi, il passaggio è sempre da BUONISSIMO a CATTIVISSIMO o viceversa. Non esiste una realistica medietas.
infine, un link, ad un generatore casuale di tante cose, tra cui le trame di Beautiful. E’ uno spasso, io mi ci faccio grasse risate: Polygen.


cliccaF5” oppure il tasto aggiorna/reload del tuo browser per un’altra trama assurda di Beautiful.


La rubrica Gusto di Canale 5

13 Comments

  1. non ho mai visto una soap in vita mia ed ero convinto che le storie fossero basate esclusivamente su tradimenti, evidentemente c’è molto di più anche se non penso che una puntata qualsiasi possa essere divertente come il tuo resoconto

  2. questo polygen è talmente spassoso che mi sono preso la libertà di inserire un generatore casuale di trame di Beautiful alla fine del tuo post.

  3. E’ fantastico. Ogni volta mi piego con i testi delle canzoni di Dj Francesco, i monologhi di Ghezzi e i racconti zen. E’ una miniera, e un attentato al mio tempo 😀

  4. niente male anche “gusto” del tg5


    Oggi Vi proporrei un Valtellina. Va abbinato con bresaola, grigliate, e melanzane. Trasparenza vagamente gialla, tinta nera, colore vagamente rose’ e coloratura grigia. All’olfatto, il profumo e’ di idrocarburi sanguigni. Al palato e’ manovriero, innocente, ricco, folle, brillante, cavalcante e scintillante. Buona degustazione.

  5. Bellissimo! Anzi, oserei dire SUBLIME!!! anche se non ci ho capito un tubo su come poterlo scaricare e usare fuori dal web….. Però sarei curioso di sapere se quel coso può funzionare anche per la politica…. avrei capito la causa di alcune cosucce…..!!!!
    Comunque… Clara devo fari i miei complimenti per il tuo “xxxxcalogo” (decalogo sta per 10, dodecalogo sta per 12. e per il 19? Boh?!?).

  6. sul sito ci sono le istruzioni, bisogna creare una “grammatica” personalizzata allo scopo, in questo caso la politica, ne puoi scaricare una di quelle già pronte e adattarle allo scopo, oppure te ne fai dare una copia da quelli del quotidiano “Libero?”, loro i titoli in prima pagina li fanno con questo software, infatti guardo la rassegna stampa solo per vedere le minchiate che scrivono su quel giornale, ti mettono di buon umore per tutto il resto della giornata 🙂

  7. Ragazzi… ma come si fa, siamo seri… così mi fate proprio “scompisciare” dalle risate!!! Non vi ci mettete anche voi a sparare sulla Croce Rossa!!! Questo strumento infernale è proprio l’emblema della “QUALITA'” predominante dell'”essere vivente” di oggi (scusate ma uomo… proprio no, non me la sono sentita di dire “uomo”), magistralmente descritta da Clara prendendo ad esempio le “soap”: IL VUOTO!!!
    Posso dirlo?! Clara… sei tutti noi!!! 🙂

  8. Potete anche censurarmi, non vi rendete conto che ogni volta che clara scrive una stron**** tutti ad esaltarla, LECCHINI!

  9. Beh, che dire? – sospiro triste e rassegnato –
    Carissima Clara, tu pretendi troppo, anzi l’impossibile!!!! Lasciamo che i bambini giochino a fare i grandi e curiamoci che i grandi facciano sempre i grandi!!!!
    Ad maiora!!!!!

  10. fascista, il sito è variegato, ci sono quelli che “leccano sempre” come dici tu, e ci sono quelli che “criticano a prescindere” anche quando non c’è nulla da criticare come in questo specifico post che è semplice cazzeggio. Poi, come per ogni sito che si rispetti abbiamo i maleducati, gli spammatori, gli scocciatori, i provocatori etc.

    tu mi pare abbia scelto di schierarti con queste ultime categorie (per fortuna siete minoranza), libero di fare come ti pare. Saremmo lieti di leggere prima o poi qualcosa di interessante scritto da te anche se non credo che succederà mai, sei troppo impegnato nella tua personale crociata anti-qualcosa (non so se c’è l’hai col sito, con clara o qualcun’altro), ma almeno risparmiaci ste minc…te sulla censura, in qualsiasi altro sito saresti già stato bannato.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.